In breve dall’Africa-ottobre 2016

Progetti in  TOGO

 Con grande soddisfazione del villaggio di Démé e di tutti noi, la Riabilitazione del DISPENSARIO è ormai una gratificante realtà. La gestione amministrativa è passata definitivamente al COGES e alla bravissima Odette il settore primo soccorso, vaccinazioni e brevi degenze, in collegamento con i medici  dell’Unità Sanitaria locale.

Senza titolo-1      DSC04955
Odette, l’infermiera professionale-ostetrica che gestisce il Dispensario di Démé.

Continua a leggere

Aggiornamenti – settembre 2016

PROGETTI IN TOGO

1) RIABILITAZIONE del DISPENSARIO di DÉMÉ (prefettura d’Amou- Région des plateaux) – TOGO centro meridionale.

Dopo il ripristino totale del Dispensario è ora  in corso il passaggio di gestione al COGES (Comitato di Gestione locale), per la parte amministrativa, e all’Infermiera professionale per il settore di primo soccorso e vaccinazioni a tutti i livelli. La struttura viene seguita e aiutata, al bisogno, dall’Unità Sanitaria della città di Atakpamé che ne ha confermato definitivamente validità ed efficienza riconoscendola come polo di riferimento medico-sanitario per il villaggio di Démé e circondario, per un totale di circa 3.000 persone che hanno manifestato con semplicità, danze e occhi lucidi la loro gratitudine.

Continua a leggere

Cosa è stato fatto nel 2015

  TOGO

A)  “Riabilitazione del Dispensario di Démé”

Durante le missioni 2015 I volontari hanno costatato ancora una volta l’efficienza e l’utilità del Dispensario, rimesso in funzione dal VILSE nel 2012. Attualmente la struttura è autosufficiente e la conduzione potrebbe passare, a breve e in maniera definitiva, al COGES (Comitato di Gestione locale) in collegamento con le autorità della Sanità locale. Permane mediocre, invece, il mantenimento dell’edificio che si degrada con facilità (piogge violente, forti sbalzi termici, concetto di manutenzione molto difficile da far comprendere) soprattutto perché le popolazioni sono sommerse da problemi umanitari quotidiani molto più urgenti.

20151108_215700 inventario delle medicine

Attività realizzate nell’ambito del Dispensario Continua a leggere

Cosa è stato fatto nel 2014

AGGIORNAMENTI

(1)Riabilitazione del Dispensario di Démé” in Togo, iniziato nel febbraio 2012. La struttura, da tempo riconosciuta dal Sistema Sanitario Togolese, si avvia verso un buon livello di autosufficienza il che vuol dire che si avvicina il momento del passaggio gestionale dal VILSE al COGES (Comitato di Gestione locale) appositamente creato. L’assistenza sanitaria è in progressione positiva ma la malaria risulta ancora  la patologia più frequente e più difficile da combattere anche per il fatalismo della popolazione locale che ne sottovaluta i rischi. Durante la prossima missione 2015, i volontari VILSE si occuperanno, con nuove iniziative, di questa piaga ricorrente per grandi e piccini.

Costo del progetto ad oggi: circa € 24.000,00

corso sul microcredito

(2) Si è concluso il progetto “Sviluppo zootecnico e agricolo” nella zona di Efok-Obala (Camerun) iniziato nel dicembre 2012. Durante il 2014 il programma di allevamento e agricoltura è stato ulteriormente incrementato con buoni risultati, soprattutto nel settore dei suini. Per il lavoro nei campi di mais e le cure delle bestie sono stati creati numerosi posti di lavoro con commossa riconoscenza della gente del villaggio. Continua a leggere

2014: Progetto Efok-Obala

Sede della Congregazione (Brest-Francia)

Dove: nel villaggio di Efok,  presso la Comunità des Servantes de l’Agneau de Dieu. Efok, circa 3.000 abitanti, dista 40 km dalla capitale Yaoundé e 3 km  dalla Diocesi di Obala di cui fa parte (600.000 abitanti- Regione del Centro Camerun).La zona è poverissima ed è per questo che il VILSE è stato contattato e invitato a collaborare dopo un incontro con la Madre Superiora della Congregazione che ha sede a Brest, seguito da una richiesta ufficiale.

Cosa : sviluppo zootecnico-agricolo e sanitario

Scopo: migliorare la situazione economica e  medico-sanitaria della Comunità di Efok e della zona circostante.

Progetto pluriennale che  si propone di attivare un processo virtuoso attraverso l’innesco di una micro-impresa nel settore zootecnico e agricolo per raggiungere un duplice obiettivo :1) autosostentamento alimentare e autofinanziamento per la Comunità di Efok ; 2) favorire il passaggio di  una “prise en charge personnelle», cioè una gestione consapevole, utile allo sviluppo e alla promozione del proprio futuro per uscire dallo stato di povertà cronica della zona.

Nell’ambito dell’iniziativa, il VILSE ha previsto anche un possibile intervento che rientra nei suoi progetti  “Scuola e Salute” e che riguarda il potenziamento  dell’ Infermeria  della  Comunità religiosa, punto di riferimento anche delle zone circostanti, secondo richieste precise e necessità locali.

Suor Marie Véronique

Suor Marie Véronique

Persona di contatto sarà Sr. Marie Véronique, una suora camerunense poco più che trentenne, seria e volenterosa, che ha preso i voti nel 2012 e che conosce molto bene il sapore  della povertà. Sœur Marie Véronique,  incaricata dalla Congregazione a seguire le attività agricole e l’allevamento degli animali scelti allo scopo, è la responsabile principale di questo progetto. I frutti della vendita e il risultato della rendita saranno gestiti da tutta la Comunità secondo le proprie regole di vita. In questo lavoro, la suora sarà aiutata da NGA Marguerite, una donna di 32 anni che ama lavorare e apprendere ma dalla salute precaria e con un figlio da mantenere. La suora responsabile, quindi, veglierà e lavorerà in collaborazione con la Comunità e con Marguerite.

Aspetto zootecnico (allevamento e vendita di animali da cortile). L’iniziativa mira ad accrescere il reddito della Comunità attraverso l’allevamento di animali da cortile (maiali, conigli, polli, etc.)  la cui riproduzione favorirà l’autofinanziamento con la vendita del prodotto eccedente.Il VILSE ha già fornito, in forma sperimentale, un primo aiuto economico per l’acquisto degli animali e del mangime, sostegno che si intende incrementare nel tempo per favorire la stabilizzazione dell’attività, costantemente controllata anche sotto il profilo veterinario. Allo scopo sono state create delle zone idonee e igienicamente protette entro appositi recinti.

Aspetto agricolo. Consiste nella coltivazione di prodotti di base e di uso corrente nella tradizione alimentare locale (patate, zucchine, fagiolini, pomidoro, maïs, cipolle etc.) secondo metodi semplici ma arricchiti da forme organizzative e mezzi di lavoro più consoni ad un migliore risultato. Lo scopo è di migliorare la produzione di beni alimentari per autosostentamento, da incrementare nel tempo, per favorire un processo di autofinanziamento con la vendita dei prodotti in eccedenza. Questa iniziativa, associata a quella di tipo zootecnico, poggia sui due principali pilastri alimentari con evidenti prospettive di sviluppo della micro-impresa.

Il VILSE sosterrà questa iniziativa nelle forme più opportune sino al raggiungimento dell’autofinanziamento tramite  una acquisita e completa capacità gestionale da parte della Comunità, sostenuta dai risultati. L’iniziativa, avviata nel mese di dicembre 2012,  sarà verificata dopo circa sei mesi (giugno-luglio 2013)  per consentire una nuova e adeguata programmazione.

Stato del progetto: concluso  ( dicembre 2012 – dicembre 2014)